Bergamo Giardini e Dimore

PALAZZO MORONI

STORIA

Il palazzo edificato dagli stessi Moroni  tra il 1636 ed il 1666  si trova nel cuore della Città Alta di Bergamo. La facciata lungo la via di Porta Dipinta si presenta assai estesa e sobria, in netto contrasto con l’impronta barocca data da G.G. Barbelli, autore degli affreschi che decorano la maggior parte delle sale e dai cui soggetti le stesse prendono il nome: sala dell’Età dell’Oro, dei Giganti, dell’Apoteosi d’Ercole ed infine della Gerusalemme Liberata. Nell’’800 tutto il piano nobile subirà  ammodernamenti, nonché una radicale trasformazione di alcune sale, con tappezzerie, affreschi e decori che ben mostrano il gusto e lo stile di vita del XIX secolo. La dimora, diventata nel 2009 Fondazione museale, ha mantenuto la sua peculiarità di casa abitata e si presenta di conseguenza completamente arredata e la sua eccellenza è senza dubbio da ascrivere alla collezione di pittura, soprattutto lombarda, tra cui spiccano capolavori di G. B. Moroni, Bernardino Luini, Giambettino Cignaroli e Cesare Tallone. Un vasto giardino terrazzato si estende a sorpresa partendo dalla balconata interna ed include una torre medioevale,degli eleganti parterre ed una sezione ad “ortaglia”.

VISITE

Oltre agli appuntamenti di apertura annuale che si concentrano a seconda del calendario nelle domeniche di maggio e settembre è possibile visitare il palazzo su prenotazione, per gruppi di minimo diciotto persone con un costo d’ingresso è di 8,00 euro a persona. Per numeri inferiori si applica una tariffa forfettaria di 140,00 euro a gruppo.

RICEVIMENTI

È possibile affittare le sale al piano terra della villa nel periodo estivo per:

- matrimoni e ricevimenti privati;

- eventi aziendali e presentazioni prodotti;

- conferenze e concerti.

La capienza massima degli interni per pranzi e cene seduti è di 140 persone, a buffet per 170 persone. La capienza massima della sala più grande é di 120 persone per conferenze, 100 per pranzi seduti.

SERVIZI FOTOGRAFICI

È possibile l’utilizzo di interni ed esterni per servizi fotografici e pubblicitari.  I circa due ettari di giardino presentano sia parti formali che terrazzamenti coltivati.